RADIO RTM

Modica, all’Alberghiero convegno sull’ecocibo

 

“Convegno sull’ecocibo” oggi all’Istituto Professionale Alberghiero “Principi Grimaldi” di Modica. Il messaggio era: il cibo è nutrimento e salute, è passaggio e ambiente, economia e sviluppo, identità, tradizione e cultura. Il cibo è un piacere ma anche un diritto da garantire a tutti, anche alle generazioni future, tramite sistemi alimentari, sani ed ecosostenibili.

Al convegno hanno partecipato rappresentanti degli alunni dell’istituto provenienti da tutti gli indirizzi (turistico, enogastronomico, Agricoltura e Ambiente)ed è stato introdotto dalla professoressa Maria Bonomo.

Sono intervenuti, Lina Lauria, docente di Scienza degli alimenti e rappresentante Slow Food Ragusa, che ha illustrato l’importanza nutrizionale della dieta mediterranea, patrimonio immateriale dell’umanità, e la sua sostenibilità ambientale in quanto privilegia alimenti vegetali a basso impatto ambientale e valorizza gli alimenti tradizionali, locali e di stagione; Concetto Gerratana dell’indirizzo Agricoltura e Ambiente che ha illustrato l’importanza delle tecniche di agricoltura biologica per preservare la fertilità dei suoli e produrre materie prime “pulite”; il nutrizionista Daniele Tedeschi, che ha illustrato il concetto di “cibo sano” evidenziando come l’industria alimentare inganna il consumatore allungando i tempi di conservazione, manipolando le materie prime e favorendo la globalizzazione dei consumi alimentari senza preoccuparsi degli effetti sulla salute; Giorgio Minardo, produttore a Modica, di pasta artigianale con farine selezionate e poco raffinate provenienti da grani antichi coltivati con metodi naturali (rotazione delle culture, sovescio, raramente concimazione con letame biologico) in grado di prevenire alcuna forme di intolleranza; il dottor Blangiforti, della Stazione Sperimentale di Granicoltura di Caltagirone, che illustrato le diverse varietà antiche di grano (russello, timilia, maiorca, sicilia,…) presenti in Sicilia e il fatto che la maggior parte sono estinte o rischiano l’estinzione.

Ha evidenziato le proprietà nutraceutiche dei grani antichi, l’importanza della biodiversità ed il loro valore storico e culturale.

Ha chiuso lo Chef Giorgio Barone, della scuola di Alta Cucina “Nosco” di Ragusa Ibla, che ha evidenziato l’importanza di una ristorazione di qualità che sappia rispettare l’ambiente usando materie prime locali e prodotte in maniera sostenibile ed, in particolare, ha illustrato l’importanza dell’analisi sensoriale degli alimenti nella valutazione della qualità totale di un alimento.